Il Barbaresco è il vino più importante, declinato in tre versioni, che dal vitigno Nebbiolo traggono caratteri esclusivi: il Barbaresco Montefico, una collina prestigiosa esposta a mezzogiorno, il “Narìn”, nato dall’assemblaggio dei crus  Asili, Cole e Ovello ed il Barbaresco Riserva Luca.

Sono vini importanti, che sanno resistere al tempo, riempire il calice di profumi e il naso e la bocca di soddisfazione. A tavola, amano i piatti di struttura, le carni rosse e i formaggi stagionati.

Il vitigno Nebbiolo è come una pietra preziosa a diverse sfaccettature e regala anche due vini giovani fatti apposta per un consumo spensierato e con piatti semplici. Uno è il Langhe Nebbiolo, dedicato a Maria Grazia. L’altro è il Silvarosa, un vino rosato che esprime al profumo i sentori fruttati e al sapore i caratteri dell’eleganza.

Dalle uve Dolcetto nasce il Dolcetto d’Alba “Cuchet”, il vino della gioventù e della tavola quotidiana, con colori violetti e profumi fragranti, adatto ai salumi, ai formaggi, agli spuntini come all’intero pasto.

Dalle uve Barbera l’azienda produce due Barbere d’Alba: “Mucin”, la più fresca e fragrante, che esalta i profumi fruttati e il gusto giovane e immediato; “Lina”, dedicata alla mamma di Carlo, un vino che matura per dodici mesi in barrique e unisce alla fragranza i sentori più complessi delle spezie e dell’etereo.

Entrambe sono realizzate anche grazie alla collaborazione di amici viticoltori che da tempo forniscono le loro uve ottenute con lo stesso rigore seguito in azienda.